Prima Parte Guatemala

20190825_15563520190901_090625

Cicloturismo in Guatemala mi ha sicuramente dato la possibilità unica di vedere piccoli autentici villaggi Maya. Mentre pedalavamo su alcune delle peggiori strade secondarie del Guatemala, ho attraversato innumerevoli di questi villaggi sono entrato un po in contatto con la gente del posto.

20190828_13190920190829_11012820190901_07525120190828_12445320190828_14064920190823_183108

Ho ricevuto un’accoglienza amichevole nella maggior parte dei villaggi che ho attraversato, anche se a volte le donne soprattutto quelle anziane mi guardavano  in un modo non troppo accogliente ed è molto difficile stabilire un contatto visivo o ottenere una gran risposta a un ‘bueno dia’ ,penso che sia la timidezza, ma può anche essere che molte persone anziane parlano solamente le lingue Maya , invece i bambini mi rincorrevano e si schiantavano dalle risate all’urlo ‘Gringoooo Gringo esta un Gringo ‘ troppo simpatici anche perché da queste parte di turisti non se ne vedono per niente. 

Ai mercati nelle cittadine sono piene di gente che vendendo, comprano e socializzano ci sono anche  le galline , i maiali e i cani super affamati e reperiti , che gironzolando dappertutto. La maggior parte degli uomini indossa sombreri da cowboy e porta macete sui fianchi come spade,  le donne camminano con i cestini in testa e indossano i vestiti tipici indigeni, ci sono anche  gli ubriachi inerti sui marciapiedi e i lustrascarpe che sono sopratutto bambini . 20190905_10295420190905_09452520190905_09464920190905_09583920190905_092720

Lungo il Guatemala ho incontrato le più  brutali salite e le strade più difficili , devo ammettere che ho sofferto veramente molto , una combinazione tra caldo e salite vertiginose che più di una volta mi hanno fatto quasi cedere alla tentazione di chiedere un  passaggio ai camion che passano raramente , stracarichi di gente e cose , ma ho sempre tenuto molto duro e sempre arrivato a destino .Penso di aver toccato il limite delle forze umane o forse non ci sono limiti. 20190903_131528

Il Guatemala e un paese di una naturalezza e di una bellezza unica con tanta gente molto ospitale , ma purtroppo esiste anche molta criminalità e  veramente tanta troppa spazzatura , rifiuti di ogni genere abbandonati ovunque. 20190828_13424120190903_08140820190826_061601

E ora giù per il Lago Atitlan e Antigua,  si va a scalare i vulcani.

Stay Tune Friends .

Dona una camera d’aria

$8.00

Belize

Ho programmato solo alcuni giorni  attraverso il Belize e solo la parte settentrionale del  paese , non ho particolarmente pianificato nulla da visitare in questo paese ma solamente  di passaggio verso il Guatemala. Subito lasciato il confine, il Belize sembrava già completamente diverso del México, dalle case a la lingua , l’ufficiale è l’inglese 20190817_080709.jpgma lo spagnolo è utilizzato da gran parte della popolazione .La popolazione è di origini miste, l’africana e la più grande , a questa si aggiungono le popolazioni maya, europei , cinesi e nord-americani ; un paese multietnico .  Le strade sono molto più piccole e a volte non asfaltate ma tutto sommato facili da pedalare. 20190817_082241-e1566226284386.jpgGiusto al confine nella cittadina di Corazol un signore con la sua famiglia , mi ferma per strada e mi invita a passare la notte e cenare a casa loro,  ovviamente  non me lo sono fatto chiedere due volte . La cena semplice , ma buonissima ,composta da  un piatto unico con fagioli neri , platano fritto e un frutto che non avevo mai mangiato ho sentito nominare prima , il fruttopane . È stato veramente un bellissimo benvenuto.

20190816_065035
Bellissimi

 

Lascio il Belize solo dopo appena 5 giorni e 230 km pedalati e anche qua ho ho dovuto combattere contro il tanto tanto caldo,  spero di arrivare alle montagne del Guatemala al più presto per godermi un po di fresco , perché ogni giorno le bollenti temperature mi stanno fisicamente distruggendo.

 

 

Offrimi il pranzo

$10.00

 

Adios México

Le strade qui lungo la Riviera Maya  sono abbastanza ben mantenute e sostanzialmente sono rimaste così in tutto il mio tragitto , sono generalmente molto larghe , il che significa che avevo la corsia d’emergenza tutta per me.20190812_114018 In questi ultimi 380 km la maggior parte della strada è tutta in pianura quindi facile per le mie gambe , ma la vera unica sfida è stato il caldo torrido , ogni giorno ho pedalato da i 30 ai 35 gradi un vero e proprio inferno che mi ha  prosciugato anche delle lacrime per piangere  dalla fatica .

Ho viaggiato per 4 giorni con una ragazza Messicana , Abril , che pedala con un Dalmata Lei è una vera forza della natura ,  e io che pensavo di essere matto di portare così tanto peso in bicicletta immaginatevi lei con un cane di quasi 40 chili . Anche lei partita dal nord del Messico con destinazione Ushuaia Argentina …Abril sei veramente incredibile .

20190809_113141
Abril e Maku

Andare in bicicletta attraverso il México è stato unico , il deserto , le strade sterrate spesso pericolose , tra le città e i villaggi, soprattutto quelli piccoli perché ed qui che incontri  la vera gente generosa e autentica pronta ad aiutarti e a offrirti sempre qualcosa e la maggior parte di loro ti salutano regalandoti sorrisi che ti aiutano a proseguire questo bellissimo viaggio , ovviamente anche perché come cicloturista sei speciale .                    Belize sto arrivando il mio quarto paese da scoprire.

20190813_090543
Laguna Buena Vista Bacalar

Offrimi il pranzo

$10.00

Bentornata Avventura

20190808_115828.jpgTenetevi forte  si ricomincia a pedalare , sono tornato nel viaggio sempre verso  la stessa direzione , quella della gioia di scoprire , imparare e conoscere. Riparto da Cancun Mexico un posto veramente troppo turístico per i miei gusti ,ma è dove avevo lasciato 4 mesi fa quindi giusto il tempo per preparare la bicicletta e le ultime cose e giù  per il Belize  sulla costa Maya , qui il caldo è orribile con un umidità del 100% mi dovrò aiutare con la tanta buona frutta e rinfrescarmi in questo splendido mare cristallino .

Avventura mi sei mancata …