No Barriers

Ciao a tutti ,

Anche se molto che non scrivo , voglio farvi sapere che non ho sicuramente abbandonato la mia avventura , come sapete ,per ragioni burocratiche,  sono bloccato ancora qui negli Stati Uniti , ormai da quasi 2 mesi, ma tutto si sta risolvendo e così potrò ripartire presto e con più forza ed entusiasmo di prima anche perché ho una grande nostalgia della strada e della scoperta .

La bicicletta è pronta e scalpita ha nuovi gadget per rendermi il viaggio sempre più comodo.

Qui ho ritrovato un caro amico che mi ospita e mi ha aiutato in tutto per rendere questa mia provvisoria permanenza  facile e divertente nello stesso tempo ne approfitto per lavorare un po .

Visitate anche il mio profilo Instagram:

Alaska2Argentina

Alla prossima ……..IMG_20190508_145912_032.jpg

Damm it…

20180706_110134Uffa , maledetta burocrazia.  Sono tornato negli Stati Uniti e per adesso sembrerebbe che sarà uno stop più lungo del previsto ,ma sicuramente, non definitivo , conto di tornare a Cancun Mexico dove ho lasciato in qualche mese e pensando  positivo di poter arrivare a Ushuaia Argentina non più tardi della fine del  2020.

Vi tengo aggiornati e sempre no barriers ma solo qualche ostacolo da superare.

Vi abbraccio followers…..

Quintana Roo

20190227_085740Eccomi di nuovo ,

la mia avventura non finisce di sorprendermi arrivato nel Quintana Roo  dove l’idea era di fermarmi in una spiaggia a riposare e oziare per qualche settimana , mi ritrovo invece a lavorare come volontario in un Rancho Biologico un progetto che utilizza tecniche di agro-silvicoltura  per costruire un modello  per lo sviluppo della catena di produzione  per il valore locale. È una fattoria con 10 cani e un amico autistico che è davvero grande  ,  ci sono anche una pecora pazza, un maiale grande e molti, molti polli, anatre e oche. Mi fermerò qui per aiutare questo progetto e poi per questioni burocratiche ,purtroppo, devo tornare negli Stati Uniti , spero di poter risolvere tutto abbastanza velocemente per tornare in sella lungo le strade del Latinoamericana .

20190131_151342

I miei primi DIECIMILA KILOMETRI.

Cambio Itinerario

20190116_160229Eccomi, dopo aver pedalato per 400 km lungo la costa del Pacifico.

Gli ultimi 100 km sono stati veramente estenuanti, i più stressanti e paurosi di tutta la mia avventura. Da Mazatlan a Puerto Vallarta, l’unica strada percorribile è la Mex200, strettissima, molto trafficata, percorsa fra l’altro da grandi camion e autobus. Molto pericoloso per un ciclista, questi giganti della strada mi passavano a fianco a gran velocità; ho rischiato di cadere più di una volta a causa dello spostamento d’aria. Arrivato a Puerto Vallarta parlando con le la gente del posto mi convinco, pur a malincuore, di cambiare itinerario. Il percorso che avevo pensato è troppo pericoloso. Percorrerò dunque i prossimi km fino a Puertos Escondido in bus. Da lì recupererò i km persi percorrendo Chiapas, la penisola dello Yucatan e il sud di Quintana Roo, attraversando la via dei Maya, itinerario affascinante e anche più sicuro per un ciclista, sia rispetto alla criminalità che alla viabilità.


Consapevole che tutto è parte dell’avventura continuo a essere sempre molto entusiasta e determinato sulla mia strada del Discover.

https://discovernobarriers.blog/home/