Al Confine

20200709_081616

Dopo quasi più di 100 giorni di quarantena in Cuenca , finalmente hanno riaperto la libera circolazione tra le province dell’Ecuador .  Così non ho perso un giorno e ho deciso di provare e riniziare a pedalare verso il Perù.

20200710_080112

Più di 400 km dentro l’Amazzonia Ecuadoriana dove  la pioggia è sempre presente,  la strada è difficile e fangosa ma lo scenario che ho avuto con me è  stato di una pura grandiosa meraviglia , la natura vera nella sua autentica e unica bellezza . Uno tra i scenari più emozionanti da quando sono partito dall’Alaska. Per evitare più gente possibile ho percorso solo le strade secondarie cercando di evitare grandi paesi o cittadine , inaspettatamente le persone che ho incontrato  sul cammino sono state tutte veramente adorabili e cordiali spesso regalandomi  frutta , buonissima ,che qui abbonda.

20200710_110359

20200710_10074920200710_183823

Ora sono a Zumba , un paesino dentro l’Amazzonia vicinissimo al confine con il Perù .

20200711_063908

Le notizie sono che “probabilmente” apriranno la frontiera tra Ecuador e Perù  il primo di Agosto , anche se non ho ancora informazioni precise e certe. Ha tutte le persone che chiedo ti danno risposte diverse e confuse.  Per adesso ho deciso di aspettare prima di arrivare alla frontiera per essere più sicuro e tranquillo e che mi lascino passare in Perù senza nessun problema.

Buy me a beer 🍻

$10.00

 

Ecuador

Anche qui in Ecuador ci sono , giustamente , restrizioni e quarantena per tutta la popolazione.  Io mi trovo nella bellissima città coloniale di Cuenca .

20200316_07312820200316_183001

Sto passando questo momento triste e storico per il mondo in un ostello con altre 15 persone tra viaggiatori come me e turisti . Ormai dopo 15 giorni di quarantena siamo diventati come una famiglia , si mangia pranzo e cena tutti insieme , ci si aiuta con le pulizie e si fanno attività sportive e didattiche. Sono molto grato e fortunato di avere trovato quest’ostello e buoni amici di “Cuencaquarentena “.

IMG-20200329-WA0035

Prima di arrivare a Cuenca nelle strade sperdute di montagne  ho passato anche cittadine e paesi Andini con i loro coloratissimi mercati e tradizioni .

20200312_103142

20200308_141604

Sperando e aspettando che tutto questa tristissima situazione globale passi presto abbraccio la mia amata Italia. Consapevole che rinasceremo più forti , e che la Libertà , il Rispetto e l’Amore per l’Umanità, per gli Animali e la Terra diventaranno naturalmente parte della Vita.

Los Tres Volcanes

Los tres Volcanes sono i Vulcani più conosciuti e visitati dell’Ecuador : il Cotopaxi perfettamente conico,

20200304_13060820200304_130155

l’imponente lago del cratere di Quilotoa

20200307_070315

e l’elevato Chimborazo che è il vulcano più alto dell’Ecuador. Sebbene non sia la montagna più alta del mondo per altezza sul livello del mare, ma la sua posizione vicino all’equatore rende la vetta il punto più vicino al sole .

20200311_06113520200311_060830

Sulla via dei tre Vulcani non c’è niente tra salita o discesa, questa parte dell’Ecuador non sembra avere strade pianeggianti. Al contrario, le salite sono spesso incredibilmente ripide . Il percorso è quasi tutto sterrato a volte fangoso e sabbioso quindi per me non c’è altra soluzione che spingere , spingere e spingere…..

20200306_13433220200305_111356

E poi ci sono le vie fatte di ciottoli,  bellissime , però veramente impegnative richiedono molta forza e energia sulle gambe.

IMG-20200221-WA0004

La stagione delle piogge e il freddo non aiutano di certo e ogni giorno è una vera propria sfida. 

20200305_105718

Viaggiare in bicicletta è una cosa impegnativa. Non si tratta solo di passare dalla A alla B come molti potrebbero pensare. Un giorno succede molto in sella alla bici e le emozioni possono passare da una felicità e un senso di gioia altissimo a chiedermi costantemente perché tanta fatica perché ,perché, perché ????  C’è un livello costante di affaticamento, a volte alto, a volte basso , a volte insopportabile. Ma è sempre lì. La pianificazione può essere stressante. Devi assicurarti di mangiare e bere abbastanza, di dormire in un posto sicuro, di occuparti dell’attrezzatura, devi essere sempre allerta che non ti rubino niente di avere giorni di riposo al momento giusto e nel posto giusto. Questi sono solo alcuni esempi di cose che occupano e riempiono la mia mente. Comunque tutto ciò è parte di questa bellissima esperienza che sto amando particolarmente. 

Buy me a beer 🍻

$10.00

Blog Again

IMG-20200225-WA0004Dopo tutti e i tanti messaggi che ho ricevuto per riaprire il blog , vi comunico che mi sono convinto così Discovernobarriers blog riapre e presto scriverò un post sull’Ecuador dove sto pedalando e avventurandomi in questo momento .

Qui vi lascio alcune foto dell’ultima parte in Colombia sulla strada del Trampolin de la Muerte .

Grazie followers e stayed tune Amigos.

IMG-20200229-WA0000IMG-20200225-WA0010IMG-20200225-WA000820200226_201205IMG-20200229-WA0002

 

Chiudo il Blog

20200127_145632E si,  per diverse ragioni ho deciso di chiudere il blog discovernobarriers .

La mia avventura ovviamente continua e per chi vuole continuarmi a seguirmi  in  questa bellissima esperienza , lo può fare con Instagram : alaska2argentina o scrivermi sulla posta di discovernobarriers@gmail.com anche su WhatsApp probabilmente farò un gruppo dove metterò solo foto . WhatsApp : +17022725962.

Al mio ritorno in Italia, previsto , più o meno tra un anno saranno donati 300 euro ad Emergency.

Grazie di cuore a tutti per aver contribuito con le donazioni , per avermi seguito e lasciato  calorosi commenti.